Traduttrice editoriale SV>IT, DA>IT, EN>IT specializzata in letteratura infantile, young adult e fumetti

Autore: wp_10673977 (Pagina 1 di 13)

Ellen Strömberg

Classe ’87, è tra le autrici e blogger di lingua svedese più famose di Finlandia. I suoi romanzi per adulti e ragazzi sono molto apprezzati dalla critica letteraria scandinava.

Nel 2022 ha vinto il premio August, il più importante premio svedese ai libri per bambini, per Poi prenderemo New York, che ho tradotto per Terre di Mezzo.

Poi prenderemo New York

Poi prenderemo New York di Ellen Strömberg, Terre di Mezzo, 2024, ISBN 9791259961457.

VINCITORE DEL PRESTIGIOSO AUGUST PRIZE E FINALISTA AL FINLANDIA PRIZE

Se non abitasse in Finlandia, in una città persa nel nulla, Manda non dovrebbe fingersi interessante. Passa le giornate insieme a Malin, la sorella mancata. Insieme fantasticano di fughe a New York e nuovi incontri. Magari anche una storia d’amore.

Così, quando riesce a parlare con John, l’inarrivabile ragazzo colombiano, ad Amanda sembra che stia finalmente soffiando un’aria nuova. Ma, insieme a quel travolgente sbandamento, arriva anche la domanda: è davvero l’amore ad alimentare quella fame di vita che lei sente? Nemmeno Malin sa darle una risposta, quasi avesse perso la sua sfacciataggine di sempre.

Ed è così che, ad ogni aspettativa disattesa, le ragazze costruiscono il loro vero io.

Una scrittura spiazzante, un ritratto autentico dell’amicizia incrollabile. Una storia potente come il vento del Nord, che evoca quel momento della vita in cui tutto è perfetto e tremendo, facile e impossibile, chiaro e indecifrabile.

Età di lettura: dai 14 anni

Acquistalo qui

Sophie Castille Award alla Migliore Traduzione al Comicon 2024 per “Astrologia” di Liv Strömquist

Nell’ambito dell’edizione 2024 dei Premi del Palmarès di COMICON, ho ricevuto il Sophie Castille Award alla Migliore Traduzione, per Astrologia di Liv Strömquist, edito Fandango.

Il Sophie Castille Award è assegnato da alcuni dei principali festival europei di fumetto, per valorizzare l’importanza dell’opera di traduzione e la professionalità di chi permette la diffusione e la comprensione dei fumetti in tutto il mondo.

La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 27 aprile nell’Auditorium del Teatro Mediterraneo. A decretare i vincitori una giuria che per la prima volta è stata presieduta da un grande protagonista del graphic novel non italiano, il fumettista francese Baru e composta dallo scrittore e sceneggiatore Matteo Bussola, dalla libraia ed educatrice Grazia Gotti, dall’autore di giochi e scrittore Simone Laudiero e dall’attore Lorenzo Zurzolo.

Per leggere la notizia per intero:

I VINCITORI DEI PREMI DEL PALMARÈS DI COMICON 2024

Starnazzi nell’orto

Starnazzi nell’orto di Sven Nordqvist, Camelozampa, 2024, ISBN 9791254641132.

Pettson sta cercando di piantare le verdure nell’orto. Il gatto Findus, dal canto suo, ha deciso di piantare una polpetta nella speranza che ne cresceranno altre.

Ma ogni notte arriva qualche animale a distruggere tutto quello che hanno fatto durante il giorno. Prima sono le galline, poi il maiale del vicino, poi addirittura le mucche…

Pettson non si arrende: ogni giorno, pazientemente, ripianta, mentre insieme al suo gatto Findus cerca di escogitare un sistema per fare la guardia e salvare l’orto…

Una storia esilarante e intelligente sulla perseveranza di fronte alle sfide e sull’uso di idee creative per risolvere i problemi.

Età di lettura: dai 5 anni

Acquistalo qui

Non perderti le altre avventure di Pettson e Findus pubblicate da Camelozampa: Una torta per FindusCaccia alla volpe e Il Natale di Pettson.

Di Sven Nordqvist ho tradotto anche Dov’è mia sorella?

TUTTOMIO!

TUTTOMIO! di Klara Persson, ill. di Charlotte Ramel, Beisler Editore, 2024, ISBN 9788874591213

Una storia surreale ma non troppo sulla condivisione delle cose e degli affetti. Sulla nostra incapacità a condividere veramente, azione e pratica imprescindibili per intrecciare rapporti e relazioni, e crescere.

Un piccolo gioiello, dove illustrazioni e parole vanno di pari passo e si compensano.

La piccola Sally ha un’idea molto precisa riguardo la condivisione. Questa parola non esiste nel suo vocabolario, sostituita dal termine “accaparramento”. Tutto le appartiene: i giochi, i mobili della casa, perfino il frigorifero con tutto il suo contenuto. E la mamma, naturalmente. Nel suo mondo non c’è posto per nessuno. E quando sua madre annuncia che Nico sta arrivando a giocare con lei, l’armadio della sua cameretta si trasforma in preziosa cassaforte, viva e pulsante.

Ma che fatica, accaparrarsi le cose! Meglio condividere. Viaggiare leggeri, per giocare e ridere molto.

Età di lettura: dai 3 anni

Acquistalo qui

Di albi illustrati da Charlotte Ramel ho tradotto anche Maialino va all’asilo, sempre per Beisler.

Klara Persson – © Elisabeth Dunker
Charlotte Ramel

La ferita

La ferita di Emma AdBåge, Camelozampa, 2024, ISBN 9791254640555.

A volte si può passare in un istante dall’invisibilità all’essere al centro dell’attenzione, diventare la persona che tutti vogliono per amica. Può bastare una caduta, con una spettacolare ferita da esibire. È emozionante e bellissimo ricevere tutta quell’attenzione, ma cosa succede
dopo, quando la ferita guarisce?

Dopo La Buca, Emma AdBåge torna a raccontare la vita nel cortile di una scuola, i giochi, le amicizie, le dinamiche di gruppo, con il suo sguardo acuto e dalla parte dei bambini.

Nominato in The White Ravens 2023 – International Youth Library

Nominato al Premio August 2022

Età di lettura: dai 3 anni.

Acquistalo qui

Di Emma AdBåge ho anche tradotto La BucaLa Natura per Camelozampa e Il regalo e Facciamo che io ero un supereroe! per Beisler Editore. Ho inoltre tradotto per Beisler l’albo illustrato Stupido disegno! scritto da Johanna Thydell e i libri per ragazzi La Ester più Ester del mondo e Per davvero, Ester? scritti da Anton Bergman.

Emma AdBåge – © John Sandlund

Il frutto del sogno

“Il frutto del sogno” di Maria Turtschaninoff, in Intrecci – la rivista n.3, traduzione collettiva a cura di Samanta K. Milton Knowles, Parole Migranti, 2023.

Traduzione collettiva di Marco Baruzzo, Pamela Cominetti, Lara Dalla Vecchia, Irene Fusilli, Renata Maria Gallina, Chiara Gentili, Mauro Ghidoni, Benedetta Giorgi, Samanta K. Milton Knowles, Gabriele Valente, Paola Vitti.

A cura di Samanta K. Milton Knowles

“Il racconto su cui abbiamo lavorato a ventidue mani è uscito in una raccolta intitolata Futuro. E di futuro parla. La voce narrante è infatti in procinto di fare il grande passo che separa l’infanzia dalla vita adulta, mangiando il frutto di un albero magico che fa sognare il proprio destino.

Il linguaggio è onirico come il sogno provocato dai frutti magici dell’ampio albero aggrappato agli scogli nudi in mezzo al mare. La voce narrante ci accompagna nei ragionamenti che tutti facciamo o abbiamo fatto durante l’adolescenza, età permeata dalle grandi domande «Chi sono io?» e «Cosa voglio fare della mia vita?».

Rendere questo tono onirico, ma allo stesso tempo vero e reale, è stata la sfida principale della traduzione. Abbiamo lavorato di concerto, valutando insieme ogni singola parola, il registro e il sapore di ogni frase, per non rompere la poesia né la magia con la nostra interpretazione. Ci ha accompagnato, però, anche un’altra sfida: riuscire a non definire mai il genere della voce narrante. Lo svedese in questo è facilitato, non dovendo declinare nulla: tutto si risolve scrivendo in prima persona. In italiano non è stato altrettanto semplice, ma devo dire che è stata proprio una sfida appagante per tuttɜ noi.”

Il racconto è una traduzione collettiva nata nell’ambito del corso Trans-ducere Svedese LAB di Parole Migranti tenutosi tra marzo e aprile 2023.

Cloruro di sodio

Cloruro di sodio di Jussi Adler-Olsen, trad. Maria Valeria D’Avino e Samanta K. Milton Knowles, Marsilio, 2023, ISBN 9788829715541.

Nel giorno del suo sessantesimo compleanno, Maja Petersen si toglie la vita. Un gesto disperato che riporta l’attenzione su un incidente – mai veramente chiarito – di molti anni prima, quando il figlio era rimasto ucciso nell’esplosione di un’autofficina a soli tre anni.

E ora, gli intrepidi disadattati del più famoso dipartimento del corpo di polizia danese, ovvero Carl Mørck con Assad, Rose e Gordon, ricevono l’ordine di sospendere ogni altra attività per riaprire proprio quell’indagine.

In particolare, l’interesse si concentra sul mucchietto di sale – piccolo, solo pochi grammi – ritrovato sul luogo della disgrazia. Tanto più che, nel corso di oltre trent’anni, sulla scena di alcuni casi di morte attribuita a disgrazia o suicidio, la presenza del sale si è rivelata una sorta di firma. Possibile che tutto faccia capo a un unico colpevole?

A mano a mano che la Sezione Q riesce a trovare un collegamento tra eventi disparati, uno schema molto preciso e sconvolgente prende forma. Un disegno ossessivo, e implacabile. Perché tutte le vittime che tornano a incrociare la strada della Sezione Q non sono affatto casuali, e perché ogni particolare della loro fine è stato pianificato e predisposto con cura e rigore.

E mentre tutti i pezzi cominciano a scivolare al loro posto, anche la verità sulla famosa pistola sparachiodi che Carl ha sulla coscienza sin dal suo primo caso si fa sempre più vicina.

Acquistalo qui

Il Natale di Pettson

Il Natale di Pettson di Sven Nordqvist, Camelozampa, 2023, ISBN 9791254640920.

Pettson e il gatto Findus sono nel pieno dei preparativi per il Natale. Hanno quasi finito, mancano solo l’albero e il pranzo natalizio. Ma quando escono con lo slittino, accade il disastro: Pettson scivola e si fa male a un piede. Come faranno ora a festeggiare, senza albero e senza leccornie natalizie? Una meravigliosa storia di gentilezza e condivisione, su come il Natale può tirare fuori il meglio dalle persone… e dai gatti!

Findus rimase da solo in cucina a guardare i fiocchi di neve.
“E questo sarebbe il giorno prima della Vigilia? Questa è la peggior vigilia della Vigilia di tutta la mia vita” pensò. “Peggio del peggior martedì. Un regalo però lo avrà, quell’omino!” Findus corse a prendere il regalo per Pettson, poi lo avvolse in un canovaccio e lo legò con uno spago. Era un pelapatate che aveva trovato nella falegnameria. Il gatto si sentì subito meglio.

In questo episodio più che mai le disavventure di Pettson e Findus sono capaci di scaldarci il cuore, e Sven Nordqvist è un maestro nel tratteggiare, con le parole e l’illustrazione, gli stati d’animo dei nostri due eroi. Dalla frizzante atmosfera dei preparativi per il Natale, alla tristezza di quando si ritrovano bloccati a casa, Pettson con il piede fasciato, senza albero, senza regali e con solo delle carote da mangiare. E poi la sorpresa: uno alla volta i vicini cominciano a bussare alla porta, e a riempire la casa di voci amiche e di prelibatezze…

Età di lettura: dai 5 anni

Acquistalo qui

Non perderti le altre avventure di Pettson e Findus pubblicate da Camelozampa: Una torta per Findus, Caccia alla volpe e Starnazzi nell’orto.

Di Sven Nordqvist ho tradotto anche Dov’è mia sorella?

Una mamma svitata

Una mamma svitata di Gunnar Helgason, traduzione collettiva a cura di Silvia Cosimini, Uovonero, 2023, ISBN 9791280104427.

Un viaggio nelle emozioni esplosive dell’adolescenza e nel rapporto burrascoso con una madre a dir poco ingombrante.
Una storia umoristica e anticonformista che ci domanda con ironia: “che cos’è la normalità?”

Stella ha dodici anni e ce la mette davvero tutta per inserirsi e per non essere considerata “strana” o “diversa”; ma non è facile con una madre come la sua, che canta a squarciagola brani d’opera al centro commerciale e si denuda nel bel mezzo della cena.
Le sue compagne la snobbano e lei non vuole più uscire con il suo amico storico, Blær: è simpatico e sempre sorridente, ma attira gli sguardi di tutti perché è in sedia a rotelle.
Quando, durante una festa in famiglia, la mamma annuncia ai parenti che Stella ha avuto la prima mestruazione, la ragazzina decide che è venuto il momento di agire. Manca soltanto una settimana alla festa per il tredicesimo compleanno e non vuole che la madre gliela rovini con qualche trovata delle sue.
Riuscirà a coinvolgere il padre, la nonna e i fratelli nella sua operazione segreta “Trasformiamo la mamma”?

“Avevamo toccato il fondo.
Quando una madre fa lo spogliarello davanti a tutta la famiglia, si tocca il fondo.
Ma avevo un piano: sapevo esattamente come fare per trasformare una mamma svitata in una donna normale.
E prima del mio compleanno!”

Vincitore dell’Icelandic Literature Price 2015

La traduzione italiana di Una mamma svitata è frutto del lavoro dei partecipanti al primo laboratorio di traduzione dalla lingua islandese, tenuto da Silvia Cosimini.
Hanno partecipato al progetto: Attilio Amato, Maria Teresa Boghetich, Francesca Cricelli, Francesca Sophie Giona, Samanta K. Milton Knowles, Benedetta Scarpari e Raffaele Vairo.
Il romanzo è stato tradotto grazie al contributo di Icelandic Literature Centre.

Età di lettura: dai 10 anni

Acquistalo qui

« Articoli meno recenti