Traduttrice editoriale SV>IT, DA>IT, EN>IT specializzata in letteratura infantile, YA e thriller

Autore: wp_10673977 (Pagina 1 di 11)

I ragazzi dei cavalli

I ragazzi dei cavalli di Johan Ehn, Fandango Libri 2023

1926, Cecoslovacchia.

Sasha e Janek vivono in un orfanotrofio: Janek è silenzioso e introverso, mentre Sasha è socievole ed estroverso e protegge l’amico dalle crudeltà del mondo. I due ragazzi sono ginnasti del movimento Sokol ed eseguono acrobazie, soprattutto a cavallo. Fuggiti dall’orfanotrofio, si uniscono a un circo, con cui viaggiano per l’Europa e si esibiscono con il nome d’arte The Golden Brothers.

Il loro rapporto, però, con gli anni si rivela essere più che fraterno. Nonostante il circo sia un mondo a sé, con la propria morale e i propri valori, sono costretti a mantenere segreto il loro amore. Quando il circo arriva a Berlino, al tramonto della Repubblica di Weimar, sentono di aver davvero trovato la loro casa. Ma nel gennaio del 1933 il sogno si infrange: quando i nazisti prendono il potere, Sasha e Janek saranno costretti a difendere non solo il proprio amore, ma anche la propria vita.

A distanza di quasi un secolo, Anton, un ragazzo gay di Stoccolma che per lavoro si occupa di assistenza agli anziani, scoprirà la loro storia. Attraverso silenzi, sguardi, oggetti e vecchie fotografie Anton riuscirà a ricostruire il puzzle e a gettare un ponte tra passato e presente.

Un romanzo importante e commovente che ha parallelismi inquietanti con il nostro tempo.

“Sono sempre stati solo loro due, Sasha e Janek, The Golden Brothers. Mai uno senza l’altro.”

Età di lettura: dai 14 anni

Acquistalo qui

Henry Scott Tuke “The Sun Bathers” (1927)
unaTAPPAtralerighe – speciale MEMORIA

unaTAPPAtralerighe è un progetto di Monica Tappa con recensioni, segnalazioni, spunti, appuntamenti, interviste e tantissimo materiale legato all’editoria per ragazzi. Rivolto a genitori curiosi, ma anche a educatori, docenti, bibliotecari è un vero e proprio magazine (ma diverso dai soliti), che si riceve a cadenza mensile, su abbonamento. Info: unatappatralerighe@gmail.com

Per conoscere il lavoro di Monica Tappa, vi consiglio anche di seguire la sua pagina Facebook e il suo blog.

Johan Ehn

Johan Ehn – © Elisabeth Ohlson

Johan Ehn è attore, regista, sceneggiatore e direttore artistico della compagnia teatrale Teater Barbara. “I ragazzi dei cavalli” è il suo secondo romanzo YA, che per la sua capacità di ibridare la Storia del Novecento e la storia dei due giovani personaggi nel 2020 è stato insignito della prestigiosa targa Nils Holgersson e inserito nella short list del Nordic Council Children and Young People’s Literature Prize, un premio che ha lo scopo di promuovere la letteratura per ragazzi di qualità nei paesi nordici. Le sue opere sono tradotte in quasi tutti i paesi scandinavi.

Di Johan Ehn ho tradotto I ragazzi dei cavalli per Fandango Libri.

Johan Ehn nella pubblicità delle Poste norvegesi

Stupido disegno!

Stupido disegno! di Johanna Thydell, ill. di Emma AdBåge, Beisler Editore, 2022.

Menta e suo fratello maggiore stanno disegnando al tavolo del salotto.

Fratellone è un mago del disegno, possiede un numero incredibile di pennarelli e matite, ha un album tutto per sé e presta malvolentieri le sue cose, nel timore che si rompano o si consumino. Menta, dal canto suo, guarda triste e sconsolata il foglio bianco. Il fatto è che non riesce proprio a decidere cosa disegnare. Cerca di copiare suo fratello, ma lui copre il disegno con il braccio.

«Io disegno solo quello che mi piace», le dice.

Menta si affaccia alla finestra, vede la neve cadere a grandi fiocchi. E comincia a disegnarne uno con il pennarello bianco che le ha prestato suo fratello. Ma bianco su bianco non funziona, e Menta va di nuovo in crisi.

Da quel momento in poi, quel povero foglio bianco subirà di tutto. Finché, talmente malridotto, un’arrabbiatissima Menta non lo accartoccerà e lo taglierà con le forbici.

Ma basta un pizzico di fantasia per trasformare la cartaccia in un fiocco di neve. E suo fratello ne ha davvero molta.

Ora Menta è felice e insiste per vedere il disegno che il bambino finora le ha nascosto. Il suo ritratto! Il ritratto di Menta. Perché lui «disegna solo quello che gli piace».

Età di lettura: dai 4 anni

Acquistalo qui

Di Emma AdBåge ho anche tradotto Il regalo e Facciamo che io ero un supereroe! per Beisler e La Buca e La Natura per Camelozampa. Ho inoltre tradotto per Beisler il libro per ragazzi La Ester più Ester del mondo, scritto da Anton Bergman.

Quando Johan trovò una vitellina

Quando Johan trovò una vitellina di Astrid Lindgren e Marit Törnqvist, Camelozampa 2022

È l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze di Natale. La neve cade fitta mentre Johan è diretto a scuola e i suoi pensieri corrono alla cosa terribile che è accaduta ieri: la sua unica mucca, Embla, improvvisamente è morta. È così triste, e anche così ingiusto. Johan è tanto arrabbiato. Sulla sua strada però lo attende una sorpresa…

Nello stile inimitabile di Astrid Lindgren, una storia che commuove e scalda il cuore.

Età di lettura: dai 4 anni

Acquistalo qui

Di Astrid Lindgren ho anche curato l’edizione integrale italiana di Pippi Calzelunghe, pubblicata da Salani nel 2020 in occasione del 75° anniversario della prima pubblicazione del romanzo; l’albo illustrato Conosci Pippi Calzelunghe?, pubblicato da Nord-Sud edizioni nel 2020; l’albo illustrato a fumetti Pippi scappa di casa, pubblicato da Nord-Sud nel 2021; a più mani, le due raccolte di racconti Greta Grintosa e Peter e Petra, pubblicate da Iperborea nel 2017 e nel 2018. Ho inoltre curato Tutto dormirà, illustrato da Marit Törnqvist e pubblicato da Camelozampa nel 2021 nella traduzione poetica di Chiara Carminati.

Se volete un assaggio del libro, ecco l’incipit:

Quando arrivano i cani

Quando arrivano i cani di Jessica Schiefauer, Camelozampa 2022

Ester e Isak vivono un amore selvaggio e potente e sono sicuri che niente potrà separarli.

Anton crede che la sua solitudine sia finita ed è disposto a tutto per assecondare Ruben.

Ma quando una notte Anton torna a casa con i vestiti sporchi di sangue, tutto va in frantumi: l’amore, la famiglia, un’intera comunità.

Perché la violenza si può nascondere ovunque, nella passione tra due ragazzi, nel nido accogliente di una famiglia, tra le amicizie di un adolescente tranquillo.

E anche nello sguardo attento di un cane da guardia.

Età di lettura: dai 14 anni

Acquistalo qui

Di Jessica Schiefauer ho tradotto anche il romanzo Le portatrici, pubblicato da Fandango nel 2022, e il romanzo YA Girls, pubblicato da Feltrinelli nel 2016.

Jessica Schiefauer – © Ola Kjelbye

A nessuno piace Jonna

A nessuno piace Jonna di Cilla Jackert, ill. Alessandro Baronciani, Camelozampa, 2022.

Per tutti, Jonna è la sorellina stupida di Miriam: va male a scuola, è sciatta e non ha amici. Miriam invece è bella e brava, eccelle in ogni campo e viene addirittura scelta per rappresentare la scuola al famoso Piccolo Premio Navel. Finché una notte Jonna non si intrufola nella stanza della sorella con un paio di forbici, e da quel momento cambia tutto…

Esitai per qualche secondo, poi sollevai la treccia di Miriam. Feci in tempo a pensare che sono sì stupida, ma non così stupida da tagliare i capelli a mia sorella mentre dorme.
Non sono così stupida.
Oppure sì?

Età di lettura: dagli 11 anni

Acquistalo qui

Di Cilla Jackert ho anche tradotto, sempre per Camelozampa, Ci si vede all’Obse e Le catastrofi del giorno.

Io e Cilla Jackert al Konserthuset, dove viene consegnato il Piccolo Premio Navel nel libro A nessuno piace Jonna – © Samanta K. Milton Knowles
Cilla Jackert legge F – som i sämst al Konserthuset – © Samanta K. Milton Knowles

Caccia alla volpe

Caccia alla volpe di Sven Nordqvist, Camelozampa, 2022

Pettson e il suo gatto Findus vivono tranquilli nella loro fattoria, ma un mattino incrociano il vicino di casa, Gustavsson, con cane e fucile: c’è una volpe che gli ha fatto visita ed è determinato a sbarazzarsene. Pettson e Findus non vogliono che si spari a nessuno e decidono di trovare un modo per far passare alla volpe la voglia di mangiare galline, usando il cervello anziché la violenza.

Basterà costruire una finta gallina, completamente ripiena di… pepe! Ma per essere più sicuri di spaventare la volpe si potrebbero anche piazzare delle finte esplosioni, e magari una carrucola dove far passare Findus travestito da fantasma…

Una nuova esilarante avventura di Pettson e Findus, piena di colpi di scena, umorismo e gentilezza.

Età di lettura: dai 5 anni

Acquistalo qui

Non perderti la prima avventura di Pettson e Findus pubblicata da Camelozampa: Una torta per Findus.

Di Sven Nordqvist ho tradotto anche Dov’è mia sorella?

La famiglia Sgraffignoni. Il segreto di Paul Iziotto

La famiglia Sgraffignoni. Il segreto di Paul Iziotto di Anders Sparring e Per Gustavsson, Sinnos, 2022

Paul Iziotto è il vicino di casa della Famiglia Sgraffignoni ed è un efficientissimo poliziotto. Ma negli ultimi giorni è sempre stanco e spaventato: dice che in casa sua ci sono i fantasmi! E mentre mamma Fia e Mariolo cercano il famoso diamante d’oro, Ale e Fausto, con il fido cane Sbirro, iniziano ad indagare… non sanno che si troveranno al centro di una incredibile storia d’amore!

Quarta puntata dell’imperdibile serie svedese (già tradotta in 11 lingue) de La famiglia Sgraffignoni!

Età di lettura: dai 7 anni

Acquistalo qui

Non perderti i primi tre libri dedicati alla famiglia Sgraffignoni: Il furto di compleannoIl diamante d’oro e Il fiuto di sbirro.

Intervista su “unaTAPPAtralerighe” numero 3/2022

Di seguito l’intervista che mi ha fatto Monica Tappa per il numero 3/2022 di unaTAPPAtralerighe

unaTAPPAtralerighe è un progetto di Monica Tappa con recensioni, segnalazioni, spunti, appuntamenti, interviste e tantissimo materiale legato all’editoria per ragazzi. Rivolto a genitori curiosi, ma anche a educatori, docenti, bibliotecari è un vero e proprio magazine (ma diverso dai soliti), che si riceve a cadenza mensile, su abbonamento. Info: unatappatralerighe@gmail.com

Per conoscere il lavoro di Monica Tappa, vi consiglio anche di seguire la sua pagina Facebook e il suo blog.

Dentro la sala degli specchi

Dentro la sala degli specchi di Liv Strömquist, Fandango, 2022.

Perché la bellezza è ormai un dovere quotidiano, in particolare per le donne, un obbligo in ogni stagione della vita al quale nessuna può sottrarsi?

Da dove nasce questa ossessione di offrire al mondo un’immagine di sé gradevole e “ritoccata”, a tratti persino ideale?

Viviamo nel cosiddetto “impero delle immagini” che influenza ogni ambito della vita. Con i nostri smartphone comunichiamo quotidianamente attraverso le immagini, datiamo quel che ci accade con le immagini, raccontiamo la nostra vita e conosciamo quella degli altri attraverso le immagini.

Ma spesso non sono immagini casuali o realistiche, ma ricostruite, adattate, filtrate.

E lo scopo di ogni intervento su quelle immagini è celebrare il “dovere” alla bellezza.

Un obbligo soprattutto per le donne, che devono cercare di mantenerla per tutta la vita, molto più a lungo che in passato.

Postando sui social le proprie foto ogni donna diventa, in un certo senso, una star, e ogni giorno siamo inondati da milioni di fotografie e di selfie di donne magnifiche, la cui bellezza è idealizzata e consegnata al capitalismo che ne fa una merce.

Dentro la sala degli specchi, Liv Strömquist analizza l’ideale contemporaneo di bellezza femminile legando a doppio filo il successo di Kylie Jenner, il racconto biblico di Giacobbe, Rachele e Lia, le ossessioni dell’imperatrice Sissi e l’ultimo celebre servizio fotografico di Marilyn Monroe.

Al centro della sua analisi ci sono sempre il desiderio che ci spinge a imitarci gli uni con gli altri, il legame tra sembianza e amore, il modo di fotografare oggi le donne, il cambiamento del rapporto tra età e bellezza e come l’immagine di sé può diventare un fardello ingombrante.

Fedele al suo stile sempre tagliente, ironico ed esilarante, Liv Strömquist sviluppa la sua tesi sia attraverso fatti e gesti di una moltitudine di personaggi storici, attori e stelle della tv, sia attraverso il pensiero di filosofi, storici e sociologi come Simone Weil, Zygmunt Bauman, Byung-Chul Han, Eva Illouz, René Girard, Susan Sontag o Richard Seymour.

Una cura per guarire dal narcisismo.

Acquistalo qui

Non perderti gli altri fumetti di Liv Strömquist: Il frutto della conoscenzaI sentimenti del principe CarloI’m every woman e La rosa più rossa si schiude.

« Articoli meno recenti