Traduttrice editoriale SV>IT, DA>IT, EN>IT specializzata in letteratura infantile, YA e thriller

Categoria: Libri per bambini e ragazzi (Pagina 1 di 2)

La Buca

La Buca di Emma AdBåge, Camelozampa, 2020.

Nel cortile della nostra scuola c’è una buca.
Noi la chiamiamo la Buca.
Nella Buca si può giocare a qualsiasi cosa: a mamma orsa, a capanna, a nascondersi, al negozio… a tutto!
Tutti amano la Buca, tranne i grandi.
I grandi odiano la Buca.

“Un vitale inno al gioco libero, che trascende le preoccupazioni sulla sicurezza e le sabbiere omologate. Con umorismo comico e un incredibile uso delle immagini, la AdBåge dimostra che la fantasia germoglia nel non sorvegliato, nel selvaggio. Nessun libro sulla grigia vita scolastica è mai stato così colorato!”
(Giuria del Premio August)

Vincitore del Premio August “Miglior libro per bambini e ragazzi” 2018

Vincitore del Premio dell’Associazione svedese dei commessi librai “Il tuo libro – La nostra scelta” 2018

Vincitore del Premio culturale “Piuma D’oro” – Barometern Oskarshamns-Tidningen 2019

Premio Andersen 2020 come Miglior libro 6/9 anni

Secondo posto al Super Premio Andersen 2020

Età di lettura: dai 3 anni.

Acquistalo qui

Emma AdBåge

La Buca Premio Andersen 2020

Booktrailer della BUCA!

La buca (Camelozampa) di Emma Adbåge – trad. di Samanta K. Milton Knowles

Per una rappresentazione vivacissima e vera dell’infanzia, dei suoi bisogni e dei suoi desideri. Per raccontarci in modo piano e garbato come spesso gli adulti siano incapaci di comprendere il mondo dei bambini. Per la bellezza di illustrazioni di grande efficacia e freschezza narrativa.

Mara Pace mi ha intervistato sulla Buca, su Radio Onda d’Urto, trovate le info QUI

Katitzi – premio Scelte di classe 2019

Si è tenuta all’Auditorium Parco della Musica di Roma alle 11.00 di ieri giovedì 23 maggio, alla presenza di più di mille alunni delle scuole romane, la premiazione della seconda edizione di Scelte di classe. Leggere in Circolo, un progetto di educazione alla lettura promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e organizzato da Biblioteche di Roma, MIBAC Centro per il Libro e la Lettura e dalla Associazione PlayTown Roma.

2.400 alunni dai 3 ai 16 anniprovenienti da 120 classi delle scuole di Romahanno sancito i vincitori e le vincitrici della seconda edizione del PremioScelte di Classe: Un po’ più lontano di Anaïs Vaugelade (Babalibri), Amos e Boris di William Steig (Rizzoli), Katitzi di Katarina Taikon (Iperborea), L’anno in cui imparai a raccontare storie di Lauren Wolk (Salani) e Un viaggio chiamato casadi Allan Stratton (Mondadori)

La notizia sul sito del Cepell la trovate qui

Miniborei – premio Andersen 2019

La collana “I miniborei” di Iperborea, a cui ho collaborato e collaboro molto, ha vinto il premio Andersen 2019 come miglior collana di narrativa per bambini.

Tra le motivazioni:

Lo dicevamo fin dall’inizio, componente fondamentale della collana, ma altresì tratto distintivo della produzione della casa editrice, è l’alta qualità delle traduzioni, capaci di restituire sulla pagina la voce autentica degli autori, affidate in primis a Laura Cangemi, efficacissima traduttrice dallo svedese di tutti i libri di Ulf Stark, de I figli del mastro vetraio, Il meraviglioso viaggio di Nils Holgersson,Greta Grintosa,Peter e Petra – in questo caso insieme a Alessandra Albertari, Alessandro Borini e Samanta K. Milton Knowles – e Katitzi – insieme a Samanta K. Milton Knowles. È invece di Maria Valeria D’Avino la traduzione dal danese de Il piccolo Virgil.

La motivazione completa e gli altri vincitori li trovate qui

Katitzi – premio Orbil 2019

NARRATIVA 6/10 ANNI
KATITZI
Katarina Taikon, trad. Laura Cangemi e Samanta K. Milton Knowles, ill. Joanna Hellgren, Iperborea.

Scritto nel 1969, ed ispirato alla vita dell’autrice, Katitzi racconta con lucida semplicità ed attualità la storia di una bambina rom, che si ritrova all’improvviso a dovere cambiare vita e a scoprire il significato di parole quali diffidenza, accoglienza, diversità, negazione, diritti. Vivere in un carrozzone, essere la figlia del proprietario di un luna park, scoprire all’improvviso di essere parte di una grande famiglia e dovere affrontare tutto questo e la diffidenza con la quale ci si scontra ogni giorno non è semplice, ma la gioia di vivere di Katitzi, la volontà di non volersi arrendere davanti ai pregiudizi della gente, la porterà a seguire i suoi sogni.

La motivazione e i vincitori delle altre categorie li trovate qui

Intervista dello Swedish Arts Council

In what way do you think that Swedish literature for children is needed in Italy?

It is really needed since Swedish literature for children often bring up difficult issues in a good way. In my opinion, in Italian books for children it is either taboo to portray difficult things, for example suicide, or it is carried out in a moralising and redundant manner. Storytelling is always from the adult’s perspective and I believe this is wrong! If the adult always is the strong one, teaching and comforting the child, children will find the story boring. In Swedish literature for children you can talk about anything, even that which is difficult, without it becoming a big deal. It can be a beautiful book, but in the background, there might be a parent who died or committed suicide. The point is that it is a good story, focusing on the main characters and the rest just follows.

L’intervista completa in inglese a cura di Ingrid Heller la trovate QUI

Katitzi e il piccolo Swing

Katitzi e il piccolo Swing di Katarina Taikon, ill. Joanna Hellgren, Iperborea Casa Editrice, 2019.

Katarina Taikon ha scritto 13 libri sulla piccola Katitzi e la sua famiglia rom. Sono storie piene di allegria, vivacità e inventiva che raccontano le piccole ingiustizie, l’ignoranza e l’esclusione attraverso gli occhi di un bambino. Katitzi e il piccolo Swing è il secondo volume della serie.

Allegra, avventurosa e piena di curiosità per il mondo, Katitzi è una bambina rom di otto anni. È cresciuta in un istituto ma ha da poco ritrovato la sua grande famiglia rom che vive in un carrozzone e gestisce un vero luna park! In questo secondo volume della serie la piccola Katitzi vive una vita allegra e avventurosa: tra raduni familiari a cui partecipano quasi cento parenti di ogni ordine e grado, trasferte in città con la sorella Lena per vendere i catini zincati di casa in casa (salvo poi dimenticarsi del loro compito e passare le serate al cinema), incendi sventati, incidenti vari, ragazzini scappati di casa da aiutare, la bambina non ha tempo di annoiarsi. Riesce persino a convincere il padre ad adottare un cucciolo di cane chiamato Swing, che diventa subito il suo inseparabile amico. Rosa, la sorella tredicenne, è il punto di riferimento di Lena e Katitzi, e quando scoprono che andrà in sposa al cugino Milo le due bambine sono terrorizzate all’idea di non averla più con loro. Ma alla fine si rassegnano e il matrimonio, che dura ben tre giorni, porta anche qualcosa di buono: la zia Klara si prende Katitzi sulle ginocchia e le spiega che la vecchia nonna Mami vorrebbe tanto incontrarla, ma è ricoverata in una casa di riposo a Uppsala. Katitzi la rassicura: Uppsala è lontana ma un modo per andarci ci sarà di sicuro, lei non si fa spaventare da nulla! Età di lettura: dai 6 anni.

Acquistalo qui

Katarina Taikon

Katitzi premio Orbil 2019

Miniborei premio Andersen 2019

Katitzi premio Scelte di classe 2019

Pom e Pim

Pom e Pim di Lena e Olof Landström, Beisler Editore, 2019.

Quanti sono gli inconvenienti e gli imprevisti che la vita ci riserva? Per un bambino affrontare le piccole grandi sfide che la quotidianità pone sulla sua strada, non è semplice. Che sfortuna! pensa Pom. Eppure, con un po’ di intraprendenza e creatività, anche un intoppo può rivelarsi utile. Davvero è una sfortuna essere caduti? O da quella prospettiva si può notare qualcosa di interessante? E se il palloncino tanto cercato scoppia? Magari lo si può usare in un altro modo e impegnarsi in un’attività ancora più divertente. Età di lettura: dai 6 mesi.

Acquistalo qui

Lena e Olof Landström

Peter e Petra

Peter e Petra di Astrid Lindgren, trad. Alessandra Albertari, Alessandro Borini, Laura Cangemi e Samanta K. Milton Knowles, ill. Ingrid Vang Nyman ed Eva Billow, Iperborea Casa Editrice, ottobre 2018.

Dopo il successo di Greta Grintosa (oltre 6000 copie e 3 ristampe), dalla penna irriverente di Astrid Lindgren una nuova raccolta di storie. Un piccolo grande inno alla libertà dell’infanzia in otto fantastiche avventure.

Peter e Petra, due minuscoli fratellini alti una spanna, sanno pattinare sul ghiaccio come nessun altro; Mirabell nella gran parte della sua vita è una bambola, ma a volte si anima e fa tutto quello che fanno le bambine, capricci e dispetti inclusi; Pelle, offeso perché il papà lo accusa ingiustamente di avergli preso la penna, decide di traslocare e lasciare soli i genitori proprio a Natale; Sven, Anna e Inga-Stina incontrano un vagabondo che sa ritagliare bellissime stelline nella carta argentata, fare trucchetti di magia e imitare gli ubriaconi; la piccola Lena veste una silfide nuda e triste che trova sul davanzale con un fazzoletto ricamato che le è stato regalato per il compleanno. Otto piccoli irresistibili eroi che con il potere del sorriso, della fantasia e della generosità si avventurano nel mondo, superando gli ostacoli della vita di tutti i giorni con caparbietà e determinazione. Astrid Lindgren firma otto straordinari racconti illustrati da Ingrid Vang Nyman ed Eva Billow pieni di poesia, inventiva e vitalità. Età di lettura: dai 6 anni.

Acquistalo qui

Astrid Lindgren

Miniborei premio Andersen 2019

Sorellina Coniglio e i suoi amici

Sorellina Coniglio e i suoi amici di Ulf Nilsson e Eva Eriksson, Bohem Press, 2018.

Sorellina Coniglio e i suoi amici devono decidere che gioco fare insieme. Ma quante difficoltà!
Ognuno vuole fare un gioco diverso. La rana vuole che tutti quanti si tuffino nello stagno, ma il maiale non è affatto d’accordo e suggerisce che si giochi a rotolarsi nel fango. Però questo gioco non piace alla cornacchia, che propone agli amici di volare tutti insieme, in alto nel cielo… “Ma così noi non possiamo giocare!” protesta il topo, che suggerisce di giocare a infilarsi nei piccoli buchi sotto l’albero…

Età di lettura: dai 2 anni.

Acquistalo qui

Ulf Nilsson – Eva Eriksson

Ci si vede all’Obse

Ci si vede all’Obse di Cilla Jackert, ill. Alessandro Baronciani, Camelozampa, 2018.

Stoccolma, estate 1981. Per Annika non saranno delle vacanze come le altre, con un fratellino nato prematuro e la mamma in ospedale.
Girovagando per le strade della capitale, incontra un gruppo di ragazzi al parco dell’Osservatorio astronomico. Il patto che li unisce è uno solo: non raccontarsi mai niente della loro vita e dei loro problemi. Trascorrono le giornate giocando a “obbligo o verità”, ma possono scegliere solo “obbligo”, perché tanto “a nessuno importa niente della verità”. Ingaggiano così sfide via via sempre più pericolose.
Quando l’estate è quasi finita e i ragazzi probabilmente non si vedranno più, giocheranno un’ultima volta a “obbligo o verità” e questa volta ognuno di loro svelerà il segreto che ha tenuto nascosto.

Età di lettura: dagli 11 anni.

Acquistalo qui

Cilla Jackert
« Articoli meno recenti